Albarello Castelli

Immagine di Albarello Castelli
460,00 € IVA inclusa

Il vaso dell'alchimista. Un enigmatico recipiente da farmacia decorato con festoni e ornamenti arcani


ISBN/EAN: 997519261

Tempi di consegna: 3-5 GIORNI


Fiori di elleboro, stelle, clessidre alate e mascheroni: segni e simboli massonici si intrecciano nell’albarello di Castelli. L’iconografia complessa e rarissima allude alla lavorazione alchemica. L’elleboro, pianta velenosa, se ben dosata con acqua di fonte e trasformata alla vampa del fuoco può essere utilizzata in medicina. La clessidra alata sopra la fiamma indica il lungo periodo che il chimico-farmacista, nella preparazione delle ricette, deve pazientemente trascorrere accanto al fuoco. La luna, posta sulla fronte del mascherone, rimanda al satellite che scandisce i ritmi della natura, guidando gli agricoltori nella cura delle coltivazioni.

L'albarello è stato realizzato dai Grandi Maestri Artigiani di Montelupo Fiorentino in tiratura limitata a 99 esemplari, numerati e certificati, è la copia fedele, nella forma e nel decoro, dell’originale conservato presso Aboca Museum.

Il progetto di Aboca, teso a esplorare il profondo legame tra uomo e natura, comprende il recupero e la ripresa di tecniche artigianali antiche e sapienti. Per questo la produzione degli oggetti è affidata a maestranze esperte, capaci di rinnovare la secolare tradizione che ha contribuito a diffondere il nome dell'Italia nel mondo. 

Note

Il processo di lavorazione della ceramica prevede che un'argilla fine e rossastra venga all'inizio foggiata al tornio e in seguito sia sottoposta ad essiccamento. La maiolica così ottenuta è ingobbiata, ovvero ricoperta di argilla semiliquida, e destinata ad una prima cottura a 980°. Il pezzo è poi immerso in uno smalto ottenuto da una mistura di colori simile a quella utilizzata nei laboratori del Rinascimento e appositamente preparata per Aboca.
I decoratori formati alla scuola di Montelupo Fiorentino realizzano quindi gli ornamenti a mano. All’applicazione dello smalto segue una seconda cottura a 920° e infine si procede all’antichizzazione, che avviene a freddo con la spalmatura di una vernice diluita con acqua ragia e cera.
Al termine della lavorazione, sul fondo dell’opera viene riportato il numero dell’esemplare e la firma del Maestro decoratore.

Altre informazioni

L’albarello è un tipico contenitore da farmacia. Si caratterizza per la particolare forma cilindrica, svasata alla base e alla bocca, che ricorda una canna di bambù. Dentro canne di bambù, infatti, dall’Oriente giungevano anticamente le droghe.
L'origine è persiana, ma l'albarello è da sempre emblema degli speziali e delle spezierie poiché lo smalto tannifero utilizzato per la produzione della maiolica è in grado di assicurare una completa impermeabilizzazione, garantendo una buona conservazione dei medicamenti.

Dimensioni:
altezza 17 cm

Diametro:
10 cm